Pagina 3 - UNIONE SARDA lettere non pubblicate

Title
Title
Vai ai contenuti
22/12/2021

/Mario Guerrini
 
4 h  ·
 
IL MIO OSSERVATORIO (2820). Articolo 21. Della Costituzione. "Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero...." Ma è veramente così? Assolutamente no. A cominciare dai giornalisti. E dagli ordini professionali che, ipocritamente, subdolamente, settariamente li rappresentano. La libertà di pensiero è solo quella comoda e ortodossa al sistema. E Associazioni Stampa e Ordine dei Giornalisti sono gli strumenti di questo garantismo del perbenismo di facciata. I loro comunicati ad hoc servono solo per assicurare il potere delle lobby dell'informazione. L'esempio classico, didatticamente emblematico, è quello della Sardegna. Dove AssoStampa e Ordine (attraverso i presidenti Tabasso e Birocchi, quest'ultimo da 21 anni) sono chiaramente elementi dell'apparato che regola e asseconda ai poteri, al potere, l'esercizio fondamentale della libertà di stampa. Con una gestione inquinata dal clientelismo, dall'opportunismo e dal carrierismo personale. E, soprattutto, tesa alla difesa solo di chi è in sintonia con i capi bastone che comandano appunto i due organismi. Le lotte sindacali sono un ricordo. Gli scioperi per la dignità dell'informazione pura archeologia. Il sostegno ai ribelli del sistema è sfacciatamente e impudentemente negato. Il gioco lo conduce il paravento del perbenismo della sinistra cattocomunista. Lo dico da vecchio militante socialista. I cui valori mi accompagneranno sino alla tomba. Mario Guerrini.
 
 
Ecco  un "osservatorio"  di Mario GUERRINI, giornalista di rara onestà.
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
Torna ai contenuti